Capannori I consiglieri comunali di minoranza non hanno il numero di firme necessarie per portare la mozione di sfiducia al Sindaco

da
Advertising

Capannori –

I consiglieri comunali di minoranza non hanno il numero di firme necessarie per portare la mozione di sfiducia al Sindaco

Nessuna mozione di sfiducia al sindaco di Capannori, Luca Menesini, sarà discussa nel prossimo Consiglio Comunale. A comunicarlo ai capigruppo consiliari di maggioranza – Simone Lunardi del Movimento 5 Stelle, Giada Martinelli di Alternativa Civica Centrodestra Capannori, Anthony Masini di Forza Italia, Paolo Rontani dell’Udc, Giovanni Marchi del gruppo misto – è stato il presidente del Consiglio Claudio Ghilardi, con lettera formale, poiché la mozione non è conforme all’articolo 52, comma 2, del Tuel. In sintesi, per poter anche solo discutere in Consiglio Comunale una mozione di sfiducia al sindaco la richiesta deve essere firmata dai 2/5 del Consiglio Comunale, che nel caso di Capannori corrisponde a 10 consiglieri comunali. Alle forze politiche di minoranza che volevano provare a sfiduciare il sindaco per la questione dell’aeroporto, quindi, mancano i numeri anche solo per porre all’ordine del giorno la mozione.    

Advertising
Tags: