Capannori Sindaco Menesini: “Passi avanti perché la Caserma dei Carabinieri di Pieve di Compito resti al suo posto”

da
Advertising

Capannori –

Menesini

Concreto passo in avanti perché la Caserma dei Carabinieri di Pieve di Compito resti al suo posto. Il sindaco Luca Menesini, infatti, è stato informato dell’acquisto da parte di un privato dell’immobile, operazione che a breve sarà comunicata ufficialmente agli Enti interessati.

Per il primo cittadino di Capannori, questa notizia rappresenta un punto a favore della possibilità di mantenere la Caserma dell’Arma a Pieve di Compito, che è per l’amministrazione comunale la soluzione migliore, nell’interesse dei cittadini. Il fatto che un privato abbia comprato, infatti, apre la strada a Comune e Prefettura perché facciano la loro parte, ovvero contribuiscano all’operazione dividendosi il canone d’affitto, che consentirà ai Carabinieri di mantenere la sede lì. Il privato, dal canto suo, dovrebbe farsi carico delle spese di ristrutturazione dell’immobile.
La questione è di rilevanza per gli abitanti del Compitese che, attraverso la consigliera comunale di maggioranza Rossana Giusfredi, impegnata in prima persona a seguire l’iter, avevano annunciato che avrebbero supportato la scelta del sindaco Menesini di tenere la Caserma lì dove è da molti anni.

“Siamo molto soddisfatti che un privato abbia comprato l’immobile della Caserma dei Carabinieri di Pieve di Compito – dice il sindaco Menesini –. In questi mesi abbiamo lavorato perché ciò accadesse, ed è accaduto. Si tratta di un passo fondamentale per giungere alla chiusura dell’iter nel migliore dei modi. Il nostro obiettivo è che nel Compitese sia presente un presidio dei Carabinieri, indispensabile per garantire sicurezza ai cittadini. Pertanto, in questi mesi abbiamo anche elaborato un piano B, pronti a metterlo in campo nel caso qualcosa fosse andato storto. Per fortuna, invece, adesso la soluzione migliore è davvero percorribile. Come amministrazione confermiamo che siamo pronti a fare la nostra parte, insieme alla Prefettura, che ringrazio, sul fronte del canone di locazione. Un grazie anche alla consigliera comunale Giusfredi per aver tenuto alta l’attenzione su questa delicata partita. Adesso proseguiremo l’iter con la Prefettura, per realizzare l’operazione migliore per i nostri cittadini”. 
Per Menesini, quindi, mantenere nella zona sud un punto di riferimento strategico per controllare un territorio vasto e collinare, assai frastagliato, come quello del Compitese che abbraccia sette frazioni (e circa 5.500 abitanti) arrivando fino a Ruota, al confine con i Monti Pisani, è priorità.

Una volta validato il percorso da tutti gli Enti, Comune e Prefettura si ripartiranno la spesa del canone dell’immobile, in modo che la Prefettura continui a sostenere i medesimi costi di prima e l’amministrazione paghi solo la quota dell’aumento del canone di locazione, dovuto alla ristrutturazione della caserma.

Advertising
Tags: