Capannori Simone Carmassi vince la seconda edizione del concorso gastronomico nazionale “Il piatto Forte”

da
Advertising

Capannori –

La premiazione di Simone Carmassi

E’ Simone Carmassi il vincitore della seconda edizione di “Il piatto Forte”, concorso gastronomico nazionale per under 35 promosso dall’associazione Donatori di sangue Vallisneri in collaborazione con Comune di Capannori, Provincia di Lucca, Fondazione Banca Del Monte di Lucca, Fondazione Palazzo Boccella, Scuola Made, Cir Food e il progetto “Gustare locale” dell’associazione Di Testa Mia in collaborazione con Coldiretti.

Nella finalissima andata in scena sabato 25 novembre a Palazzo Boccella a San Gennaro, il provetto cuoco ha avuto la meglio sugli altri due sfidanti, Gianmarco Stefani e Marco Balleri, rispettivamente classificatisi al secondo e al terzo posto, preparando un coscio di maialino da latte in agrodolce con insalatina di cavolo. Simone Carmassi, 29 anni di Capannori, è un ingegnere edile con una dichiarata grande passione per la cucina. È stato proprio questo suo diletto che gli ha fatto conquistare il primo posto.

“Fa estremamente piacere che un’idea nata dai giovani si sia sviluppata diventando un progetto vincente – commenta l’assessore alle politiche giovanili, Lia Miccichè -. E’ molto rilevante che ‘Il piatto Forte’ sia stato in grado di coinvolgere ragazzi, che hanno espresso la loro creatività ai fornelli, e produttori locali, con cui è stato rafforzato il legame con il territorio. È stata creata una rete per la promozione del mangiare sano valorizzando le tipicità a chilometri zero; un fine, questo, su cui l’amministrazione comunale sta lavorando da tempo mettendo in campo varie iniziative. Faccio i miei complimenti all’associazione Donatori di Sangue Vallisneri che è riuscita a coinvolgere tanti soggetti, e a tutti i provetti cuochi, che in ogni serata hanno reso arduo il compito della giuria, dato che hanno preparato piatti sempre all’altezza della situazione. Ringrazio infine tutti coloro che hanno sostenuto il concorso ed ospitato le serate”.

Fra i presenti durante la serata a Palazzo Boccella c’erano il sindaco Luca Menesini, l’assessore alle politiche giovanili Lia Miccichè, il presidente dell’associazione Donatori di Sangue Vallisneri, Davide Del Carlo e il presidente della Fondazione Palazzo Boccella, Romano Citti.

Il pubblico presente in sala ha fatto parte della cosiddetta “giuria popolare” mentre quella tecnica era composta da Valeriano Petrini e Claudio Serra, gastronomi e sommelier Ais (Associazione Italiana Sommelier) e rappresentantu di Macelleria Il Castello e Azienda agricola Guido Favilla.

Advertising
Tags: