PORCARI Nuova emergenza aria Divieti fino al giorno 26 – Cronaca

da
Advertising

Porcari (LUCCA) –

LUCCA. Stop alla circolazione dei veicoli inquinanti e all’accensione dei caminetti: il divieto scatta oggi, 23 dicembre e rimarrà in vigore fino al 26 dicembre compreso. Nuove ordinanze a tutela della qualità dell’aria sono state emesse nella giornata di ieri, venerdì 22 dicembre, in maniera coordinata dai Comuni di Lucca, Capannori, Altopascio, Porcari e Montecarlo.

La causa scatenante è rappresentata dal progressivo peggioramento della qualità dell’aria: le ultime quattro registrazioni del valore di polveri fini (Pm 10) disponibili sul sito dell’Arpat per la centralina di rilievo regionale per la Piana (quella in via Carlo Piaggia a Capannori) hanno registrato valori pari a 74 microgrammi per metro cubo il 18 dicembre, 72 il giorno 19, 60 il giorno 20 e 60 il giorno 21, a fronte di una soglia massima tollerata di 50 microgrammi. Al 21 dicembre, gli sforamenti delle polveri fini nel corso del 2017 avevano raggiunto quota 47. Sono svettati molto oltre il limite anche i valori delle polveri sottilissime, in misura ancora più grave delle Pm10: i valori (a fronte di una soglia massima tollerata di 25 microgrammi), sono stati di 62 il giorno 18 dicembre, di 59 il giorno 19, di 49 il giorno 20 e di 51 il 21.

Questi valori, uniti alle previsioni metereologiche (non si annuncia pioggia ma alta pressione, e questo porterà con se il perdurare di condizioni critiche dell’aria) ha fatto svettare l’indice di criticità per la Piana di Lucca e quindi a innescare le misure a tutela della salute pubblica previste dalla legge regionale.

Si torna dunque a limitare la circolazione dei veicoli più inquinanti e l’accensione dei caminetti, a contrasto dell’inquinamento atmosferico.

I provvedimenti, che rientrano nelle misure del Piano di azione comunale (Pac), sono stati presi in seguito alla nuova nota di Arpat di ieri mattina 22 dicembre.

In base alle ordinanze emesse, per quattro giorni consecutivi, da oggi 23 dicembre al 26 dicembre compreso, nella fascia oraria 7.30 – 19.30, nei cinque territori comunali non potranno circolare le autovetture diesel euro 0, euro 1 ed euro 2 e i veicoli merci euro 0, euro 1 ed euro 2.

Sempre dal 23 al 26 dicembre, 24 ore su 24, nei cinque comuni non si potranno accendere gli impianti domestici di riscaldamento alimentati a legna, come i caminetti.

Il divieto non riguarda le stufe a pellet, gli impianti ad alto rendimento termico e quelli che rappresentano l’unica fonte di riscaldamento dell’abitazione. Il provvedimento non riguarda nemmeno le case poste a una quota di altitudine di oltre 200 metri.

.

Fonte: Il Tirreno

Advertising