PORCARI Arte, musica e teatro per la festa di fine anno a Porcari

da
Advertising

PORCARI – Venerdì 29 dicembre grande festa di fine anno a Porcari. La serata inizierà, alle h19 all’Auditorium Vincenzo da Massa Carrara in via Roma, con lo spettacolo “Trattato di economia” (versione unplugged), un coreocabaret confusionale sulla dimensione economica dell’esistenza di e con Roberto Castello e Andrea Cosentino: “[…] uno spettacolo che diverte, fa pensare e affascina per la travolgente miscela di mezzi teatrali usati con giusto equilibrio […] (Simona Frigerio – Persinsala).

 

Dopo un tour nazionale che ha fatto il tutto esaurito in molti teatri ottenendo un successo di critica unanime, Trattato torna a Lucca con la sua versione ridotta. “Trattato di economia” è l’incontro fra due artisti diversi per generazione, ambito, formazione e percorso artistico, che per caso un giorno hanno scoperto di covare lo stesso desiderio: realizzare uno spettacolo sulla scienza che vuole liberare l’umanità dalla schiavitù del bisogno.Porsi ai margini del contratto per renderne palesi i paradossi inventando situazioni limite e domande inappropriate è il modo per riprendere possesso, almeno simbolicamente, di ciò che non si capisce e non si controlla annientandolo con una risata liberatoria

 

Estratto da recensione di Gabriele Rizza su IL MANIFESTO – 12 dicembre 2015
“[…] Cerimonieri e imbonitori, affabulatori e animatori, Castello e Cosentino creano un esilarante cabaret futurista, giocano di rimessa, l’uno spalla dell’altro, e sfoderano l’arte del paradosso, solo antidoto all’illogicità delle cose. Il risultato è una bizzarra operetta morale, narrativa e performativa, che si interroga sul denaro, la sua invadente onnipresenza e la sua sostanziale mancanza di rapporto con la realtà, e che alla fine, consapevole dei propri limiti, e prendendosi gioco di se stessa, si fa recensire in video da Attilio Scarpellini che, rispettando l’assurdità dell’impianto, lo spettacolo non l’ha visto. Se le leggi del mercato sono fasulle anche il teatro in qualche modo si deve adeguare. Ma con intelligenza. Come in questo caso.”

 

Verso le 20 la festa si sposta a SPAM!, in via Don Minzoni n° 34, dove il pubblico potrà gustare un delizioso piatto caratteristico africano per poi, alle h 21:30, iniziare a ballare sulla musica highlife degli African perfect harmony, gruppo musicale di 11 elementi nato presso il Centro di Accoglienza delle Tagliate di Lucca nell’ambito di “Integrazione e Musica”, un progetto pilota per l’integrazione, basato su un’idea di vero scambio culturale, ideato e realizzato dalla Croce Rossa di Lucca.
Gli African perfect harmony saranno accompagnati per l’occasione dai fiati della Civica Scuola di Musica di Capannori.

 

L’Highlife è uno stile musicale divertente e coinvolgente, nato negli anni ’20 dall’incontro fra la tradizione africana, la musica europea e il jazz. Lo s’ incontra in Ghana, Nigeria, Sierra Leone e in tutti i paesi che da nord si affacciano sul Golfo di Guinea. Il progetto della Croce Rossa di Lucca, che SPAM! ha abbracciato con entusiasmo insieme Croce Rossa Italiana – Comitato di Lucca, Caritas – Diocesi di Lucca, Comune di Lucca, Comune di Porcari, Comune di Capannori, Fondazione Cavanis di Porcari, Hdemia e Civica Scuola di Musica di Capannori, è l’espressione della forte volontà di accoglienza del nostro territorio, della spinta all’integrazione reale che Lucca promuove attraverso i canali più diversificati.

 

Tutti i proventi della serata saranno destinati alla raccolta fondi per il progetto “Integrazione e Musica” del Centro di Accoglienza della Croce Rossa di Lucca. La serata è possibile anche grazie al sostegno di Regione Toscana e Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, con il patrocinio del Comune di Lucca e in collaborazione con la Provincia di Lucca.

 

TrattatoEconomia_ph-ilariascarpa_11_HD

Fonte: Lo Schermo

Advertising