Capannori ‘Gli aperitivi delle Idee’:ogni mese un appuntamento per stimolare la nascita di nuove idee e progetti

da
Advertising

Capannori –

Presentazione iniziativa

Creatività, innovazione, confronto, scambio, interazione sono le parole chiave della nuova edizione degli “Aperitivi delle idee”, gli appuntamenti nati dalla collaborazione tra Scuola IMT Alti Studi Lucca, Fondazione Banca del Monte di Lucca, Fondazione Campus e amministrazioni comunali di Lucca e Capannori e pensati per stimolare il dibattito intorno a temi centrali del nostro tempo.

Volutamente informali, a ingresso libero, programmati all’ora dell’aperitivo in luoghi e con modalità che invitano alla condivisione di pensieri e idee, vogliono essere uno spazio di ascolto e confronto tra generazioni diverse, luoghi di incontro tra studenti, imprenditori, insegnanti e professionisti volto a favorire la nascita di nuove idee e progetti.
Gli “aperitivi” tornano e raddoppiano rispetto al 2017. I primi cinque appuntamenti, un giovedì al mese da febbraio a giugno, sono già in agenda, il secondo ciclo, da riprendere dopo una breve pausa estiva, è in fase di programmazione.

Il programma è stato illustrato questa mattina, alla Scuola IMT, dal direttore della Scuola, Pietro Pietrini, dal presidente della Fondazione BML Oriano Landucci, dal presidente dei corsi di Laurea di Fondazione Campus Enrica Lemmi e dagli assessori Lia Micciché (Comune di Capannori) e Valentina Mercanti (Comune di Lucca).

«Abbiamo ottenuto un riscontro positivo con la prima edizione, nel 2017, quindi rilanciamo quest’anno con maggior spirito di iniziativa – ha esordito Pietrini – Proponiamo incontri informali, resi piacevoli da un aperitivo, con esponenti del mondo dell’imprenditoria, dell’arte, della scienza, locali e non. Lo facciamo al calar della sera, quando ci si prepara a rilassarsi e anche ad aprirci alle novità. Vogliamo dare un taglio nuovo agli incontri formativi, affrontando gli argomenti in maniera diversa e innovativa».

«Il nostro obiettivo è stimolare le idee – ha sottolineato Landucci –  Da questi appuntamenti possono nascere esperienze nuove o migliorare altre che già esistono. Il tutto supportato dal grande entusiasmo delle realtà che hanno aderito e hanno creduto in questa iniziativa fin dall’inizio».

«Fondazione Campus – si legge nella dichiarazione inviata da Salvatore Veca, presidente di Fondazione Campus – si impegna da sempre nel promuovere l’incontro e la conversazione. Mi auguro che questi Aperitivi delle Idee possano rappresentare un’occasione di ispirazione, confronto e contatto per tutta la città così come recita il nostro motto, Multas per gentes».
«In 15 anni di formazione nell’ambito del turismo – ha commentato Lemmi – ci siamo sempre impegnati a offrire ai nostri studenti una preparazione competitiva per le richieste del mondo del lavoro. Il progetto Aperitivi delle Idee è un altro passo in questa direzione. Vogliamo che queste serate siano laboratori di nuove opportunità professionali a vantaggio dei giovani, delle imprese e di tutto il nostro territorio».

 

«In un certo senso siamo stati proprio gli enti organizzatori a sperimentare per primi il “format” degli “aperitivi”, che sono nati da una chiacchierata, dal confronto di idee poi divenuto progetto – ha aggiunto Miccichè – Per noi è fondamentale far incontrare mondi diversi, i più giovani con chi ha fatto esperienze diverse, con chi ha già ottenuto risultati nel proprio campo e ora può aiutare gli altri a fare altrettanto, favorendo la contaminazione tra idee».

«Essere riusciti a creare un tavolo di lavoro tra istituzioni diverse e importanti per la città è stato il primo grande risultato – ha concluso Mercanti – Lo spirito di collaborazione è stato fondamentale. Qui c’è voglia di fare rete ed espanderla. Gli “aperitivi” sono un’opportunità per i giovani, possono aiutarli ad avere meno paura di provarci, a liberare la loro creatività e fare innovazione, a creare quelle relazioni che spesso sono importantissime per realizzarsi».

Il primo “aperitivo” è fissato per giovedì 15 febbraio (ore 18), si intitola “Cibo, comunicazione e promozione del territorio” e vedrà protagonista Sara Vitali, comunicatrice e fondatrice della casa editrice “Cinquesensi”. Si terrà a “Olio su tavola”, in via del Battistero (Lucca). L’incontro sarà moderato da Enrica Lemmi. 
Giovedì 15 marzo sarà la volta di Fabrizio Doricchi (Università La Sapienza – Roma) che ci parlerà di come è possibile “Innovare attraverso la serendipity”. L’incontro sarà moderato da Guido Romeo, giornalista e curatore di un blog sul sito de Il Sole 24 Ore. Ad aprile (giovedì 19), andremo a “Scuola di fallimento”, con Francesca Corrado, presidente Comitato per l’imprenditorialità giovanile della Provincia di Modena e la psicologa Liria Valenti (moderatrice). Giovedì 17 maggio, approfondiremo il legame tra nuove imprese, creatività e turismo insieme a Stefano de Martino, Claudio Gabrielli e Matteo Paroli, creatori di Tebikii, applicazione studiata per aiutare i viaggiatori a scoprire i luoghi che visitano, e Michele Saragoni e Ivano Fucci di Odu Movies, casa di produzione cinematografica con base a Lucca e con sedi strategiche e commerciali a Mumbai e Beijing. Il 21 giugno, sarà la volta di Game of Tourism, con Ezio Scatolini e Manuele Olivieri della Labor Play di Firenze.

Advertising
Tags: