Capannori E’ da via dei Banchieri l’unico accesso dei mezzi pesanti alla Smurfit Kappa di Lunata previsto dal regolamento urbanistico

da
Advertising

Capannori –

Pisani

L’unico accesso, già previsto dal Regolamento urbanistico vigente, per la Smurfit Kappa  rispetto a quello attuale da via Pesciatina e via del Chiassetto, che presenta criticità per la sicurezza stradale, essendo un tratto stradale residenziale e particolarmente denso di attività commerciali e servizi, è quello dalla rotonda di via del Casalino attraverso il primo tratto di  Via dei Banchieri.

Una soluzione fortemente sostenuta dalla consigliera comunale (Pd) Silvana Pisani che anche facendosi portavoce delle richieste dei cittadini aveva già ripetutamente espresso parere contrario all’accesso da via della Chiesa, una viabilità dove hanno accesso abitazioni, che rimaneva frontale rispetto all’accesso alla Chiesa e già molto frequentata per accedere all’ufficio postale. Un’ipotesi quest’ultima oggetto di valutazione tecnica, ma non ritenuta dall’amministrazione comunale corrispondente ai propri indirizzi sulla mobilità, né alle esigenze manifestate dai cittadini.

“L’accesso dal primo tratto di via dei Banchieri è la soluzione più coerente con le scelte di mobilità compiute a Capannori. A questa via, infatti, si accede dalla rotatoria tra via del Casalino e via Pesciatina, quindi anche più semplice per la movimentazione degli stessi mezzi pesanti per svoltare o immettersi in strada rispetto all’attuale ingresso. Inoltre i camion che giungono dal casello autostradale del Frizzone e percorrono via Antonio Rossi la incrociano prima, evitando in questo modo di attraversare ed appesantire un tratto particolarmente critico della via Pesciatina. Da evidenziare poi che, con questa soluzione, i mezzi pesanti transitano esclusivamente all’interno dei muri di cinta dell’azienda, in quanto è stata trovata la soluzione che permette di ampliare la “strozzatura” di un breve tratto del muro di cinta a nord dello stabilimento, che avrebbe impedito il passaggio interno dei mezzi pesanti. Grazie all’intervento attuato dalla Regione, il fosso può essere arretrato permettendo così di ripristinare quella breve porzione di strada, oggetto dell’intervento alla recinzione, ripristinandola nelle solite dimensioni originarie, con doppio senso di marcia. Adesso attendiamo fiduciosi il progetto della società Smurfit Kappa e la sua realizzazione nel più breve tempo possibile, per dare un assetto definitivo e maggiormente sicuro alla viabilità della zona centrale di Lunata”.

Advertising
Tags: