PORCARI Tante novità e un grande ospite d’eccezione per Lucca Teatro Festival 2018

da
Advertising

LUCCA – E’ stata presentata questa mattina nella maestosa Villa Bottini la quarta edizione di “Lucca Teatro Festival 2018 – Che cosa sono le nuvole?” la rassegna di teatro rivolta alle nuove generazioni che si svolgerà dal 25 febbraio all’11 marzo. Erano presenti alla conferenza le organizzatrici del festival Tiziana Rinaldi e Elisa D’Agostino, Lucio Pagliaro in rappresentanza della Provincia di Lucca, l’assessore Ilaria Vietina e Aldo Tarabella, direttore artistico del Teatro del Giglio.

 

L’evento realizzato da La Cattiva Compagnia in collaborazione con il Teatro del Giglio, il Comune, la Provincia e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca si ripropone anche quest’anno come un insieme di spettacoli, incontri e laboratori dedicati alle famiglie, alle scuole ai giovani per divertirsi e affrontare insieme importanti tematiche che aiutano a crescere e a dialogare.

 

“Questo Festival è l’emblema della creatività – racconta Vietina – e ogni anno più del precedente sollecita pensieri e immaginazione. I temi affrontati riguardano la vita sociale mirando alle relazioni tra le persone e le loro fragilità. I bambini e i giovani hanno bisogno di una comunità che si faccia carico delle sofferenze per affrontarle meglio e l’attenzione che questo evento da a queste tematiche specifiche è una carta in più”.

 

Ospite d’onore di questa edizione infatti è Ottorino, un’oca maschio salvata dal veterinario Alberto Briganti il quale, in seguito a un incidente, le ha ricostruito un becco di rame. Questa idea nasce per abituare i bambini a vivere con la disabilità e a capire che è possibile superare i problemi e affrontare la vita in modo sereno. La storia di Ottorino è poi diventata un libro e Becco di Rame è diventato un vero e proprio idolo, un eroe che attraverso la sua vicenda spiega ai piccoli, con una delicatezza sorprendente, il tema della disabilità, della riabilitazione, delle terapie e con il suo esempio li aiuta ad affrontare prove difficili. Una storia così bella ed onesta che incita tutti a fare delle proprie diversità un punto di forza.

 

“E’ un onore per noi – spiega Pagliaro – appoggiare un’iniziativa come questa. La Provincia è e sarà infatti sempre pronta a supportare e aiutare tutte quelle iniziative culturali che mirano a rendere la nostra città più sensibile”.

 

Quindici giorni ricchi di emozione e di duro lavoro, l’evento ideato appunto da La Cattiva Compagnia dopo aver vinto un bando è cresciuto sempre di più in questi anni e ha lo scopo di allargarsi e migliorare ancora.
“In questa edizione – spiega una delle organizzatrici Tiziana Rinaldi – abbiamo aumentato la durata del festival incrementandolo con incontri e workshop mirati. Inoltre abbiamo consolidato le collaborazioni con il comune di Lucca ma anche con quello di Capannori, Castelnuovo e Porcari”
“La Fondazione Cavanis infatti – continua D’Agostino – ci ha permesso di avere un’ulteriore vetrina per sviluppare il teatro per le famiglie, questo per cercare di educare i genitori e i nonni a portare i bambini a teatro”.

 

“E’ una grande soddisfazione per noi – spiega Tarabella, direttore artistico del Teatro del Giglio – prendere parte a questo progetto perché si lega con il nostro impegno verso le nuove generazioni. Dare il nostro appoggio a festival come questi è un nostro dovere nei confronti della città in quanto Teatro Comunale”.

 

Un evento nato e cresciuto dalla fatica di chi crede nel teatro come terapia per l’anima, un grandi circo in cui tutti hanno un posto riservato: questo è Lucca Teatro Festival.

Ecco il programma nel dettaglio:
Spettacoli per tutti e per famiglie
Domenica 25 febbraio – Ok Robot
Ore 17 – Auditorium Vincenzo da Massa Carrara di Porcari.
Dall’aspetto umano, dotato di un cervello positronico di ultima generazione, Ok Robot era il più
evoluto della sua categoria. Il mondo si stava lentamente riempiendo di Ok Robot. Tutto si muoveva perfettamente e quando non era così, le macchine difettose venivano fatte allontanare immediatamente ed è a questo punto che due Ok Robot si incontrano.
Ok Robot è reale e poetico. È scienza e fantascienza. È quello che siamo o che diventeremo. È ciò che non riusciremo mai a essere. È meraviglioso, se visto con i nostri occhi.
Spettacolo di Beatrice Baruffini che dirige gli attori: Simone Evangelisti e Agnese Scotti. Assistente alla regia Virginia Canali; ideazione luci di Emiliano Curà; musiche e ambienti sonori di Dario Andreoli per la produzione di Teatro delle Briciole.

 

Domenica 4 marzo – Somari
Ore 17 – Auditorium Vincenzo da Massa Carrara di Porcari.
Uno spettacolo di burattini per bambini e famiglie. Nell’ultima pagina del libro Pinocchio si sdoppia: due vite, due anime, due strade. Ma cosa succede a un bambino che lascia la sua storia fuori dalla porta della scuola per andare a imparare a scrivere, leggere e a far di conto? E il Gatto, la Volpe, i Carabinieri… cosa faranno ora che Pinocchio è sparito? Per fortuna l’elefantessa Belinda, grazie alla sua memoria di ferro, saprà rimettere insieme le pagine di questa storia strampalata.
Ideazione di Gyula Molnàrche che cura anche la regia, con Marco Lucci, anche autore del testo; pitture di A. Sanzone e L. Rosato; burattini: Marco Lucci; baracca di A. Makita; costumi E. Hausegger per la produzione de Il Laborincolo.

 

Sabato 10 marzo – La storia del rock Vol. 2
Ore 21 – Teatro San Girolamo – Lucca
Dopo il successo riscosso lo scorso anno, torna con un nuovo capitolo e con racconti e musiche dal vivo. I Flexus accompagneranno il pubblico in un itinerario musicale suonato interamente dal vivo, per raccontarci i cambiamenti musicali, tecnici, culturali e storico-sociali del rock dagli anni ‘70/‘80.
Le canzoni eseguite all’interno dello spettacolo sono strettamente collegate alle importanti rivoluzioni dal punto di vista dello stile musicale, ma anche dei testi, del contesto socioculturale, della moda e delle possibilità tecniche del periodo, senza tralasciare aneddoti e curiosità, con l’obiettivo di stimolare un dialogo continuativo e costruttivo insieme al pubblico.
Vengono rievocate fedelmente e con un’adeguata strumentazione le sonorità risalenti ai vari periodi storici affrontati. In simultanea, alle spalle dei musicisti, sono proiettate immagini e videoclip inerenti gli artisti e in alcuni casi le traduzioni dei testi.
Di e con i Flexus, con Gianluca Magnani voce, chitarre elettriche e acustiche; Daniele Brignone basso elettrico e cori; Enrico Sartori batteria e drum machine

 

Domenica 11 marzo – La bella e la bestia
Ore 17 – Auditorium Vincenzo da Massa Carrara di Porcari.
La splendida favola va in scena con musiche dal vivo.
Un fitto bosco di alberi alti e scuri, in fondo, ancora più in fondo: una Luce, un castello e, in alto, una finestra. Una fanciulla dai biondi capelli, dorme e sogna. Sogna artigli e peli ispidi, ma anche splendidi principi e luoghi fatati. Lei è Bella. Così bella che tutti la chiamano soltanto: Bella. Ma il castello non è certo il suo, è di Lui. No, non del Principe, ma della Bestia. Così bestia che tutti lo chiamano soltanto: Bestia. Anzi, lo chiamerebbero, se qualcuno lo andasse mai a trovare. Non è cattivo, non è incivile, maleducato, stupido, è semplicemente … Bestia. E come tutte le bestie fa paura. Come fa paura il bosco, come fanno paura le ombre intricate su di un terreno brullo e i castelli sconosciuti. Come fa paura l’amore.
Con Sara Allevi, Giulio Canestrelli e Matteo Pozzobon. Testo e regia Marco Zoppello; musica dal vivo Friedrich Micio; ideazione e creazione figure Ariela Maggi; costumi Antonia Munaretti; scenografia: Alberto Nonnato; disegno luci Matteo Pozzobon; produzione Stivalaccio Teatro con il sostegno di Opera Estate Festival Veneto, NataTeatro e Fondazione Teatro Civico di Schio.

 

Prenotazioni biglietti:
Auditorium Vincenzo da Massa Carrara – Porcari – Biblioteca Comunale di Porcari – Tel. 0583.211884.
Teatro del Giglio e Teatro San Girolamo – Lucca biglietteria del Teatro – Tel. 0583.465320 – biglietteria@nullteatrodelgiglio.it

 

Incontri e laboratori aperti al pubblico – ingresso gratuito
Venerdì 2 marzo – ore 17 (ingresso gratuito) alla Libreria Pensieri Belli (via Vittorio Veneto, 46 – Lucca) Manuela Crisanti ci racconta “Giacomino il drago”.
Una fiaba dentro l’altra come in un gioco di scatole cinesi o meglio come una matrioska perché al suo interno c’è l’animo dell’autrice, la sua sensibilità e il suo essere dalla parte dei meno fortunati. Ugualmente diversi-diversamente uguali è il messaggio più bello che ci potesse dare questo racconto così piacevole e scorrevole, questo Giacomino tanto simpatico, ma tanto birichino, che fa dannare la mamma e il nonno, che sogna i draghi che gli permetterebbero di fare giustizia e di liberare la Principessa sul Pisello.
Significativi e appropriati i disegni, fatti realmente da un bambino di nove anni, dai bei colori e dai particolari eccezionali come le lacrime che riempiono il lago o le mani di Caccoletta.
Uno strumento formidabile, questo racconto, per tutti coloro che si occupano di aiutare i bambini a crescere nel modo più sano e completo possibile!
Manuela Crisanti Figlia d’arte, fin da piccolissima coltiva l’amore per la pittura, il teatro e la lettura. Eclettica, fantasiosa, creativa e con una spiccata sensibilità, si divide tra il lavoro, la famiglia, le creazioni manuali e il teatro amatoriale per i bambini.

 

Sabato 3 marzo – ore 16,30 alla Biblioteca Centro Culturale Agorà – Lucca
Ti racconto un’ombra – Ingresso libero su prenotazione chiamando il numero di tel. 0583.445716
oppure scrivendo a biblioragazzi@nullcomune.lucca.it
Condotto da Gianni Luigi Colombo, un laboratorio per creare, giocare e raccontare con il Teatro delle Ombre.
Gianni Luigi Colombo frequenta la Civica Scuola Animazione Pedagogica di Milano. Si dedica con particolare attenzione alla diffusione del Teatro di Figura svolgendo attività di animazione artistica di tipo formativo-educativa attraverso corsi, laboratori e stages, anche nell’ambito scolastico, rivolta in modo particolare ai bambini e ai ragazzi.
Per bambini dai 6 anni – In collaborazione con la Biblioteca del Centro Culturale Agorà di Lucca.

 

Sabato 10 marzo – ore 17 (ingresso gratuito) – Sala Tobino Palazzo Ducale (piazza Napoleone – Lucca). Dislessia. Dalla parte dei ragazzi
Parlare dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento, con particolare riferimento alla dislessia.
I Disturbi dell’Apprendimento sono ad oggi molto diffusi, ma spesso ancora incompresi. Per favorire la diffusione di buone pratiche è necessario sperimentare queste difficoltà nel loro versante positivo, come opportunità di strutturare percorsi non convenzionali di crescita non solo culturale, ma bensì anche personale. Interverranno Ilaria Benedetti, vice presidente dell’Associazione Cre.A. ed Elisa Trombi. Cre.A. è una giovane associazione lucchese che persegue lo scopo di promuovere la conoscenza dei DSA p e di coltivare la creatività come mezzo di adattamento flessibile al percorso di vita di ognuno. La riflessione sará guidata dalla proiezione del cortometraggio “9855 giorni”, realizzato da Manuela Crisanti, la quale per l’occasione ci racconterà la sua esperienza con la dislessia. Incontro realizzato in collaborazione con la Provincia di Lucca.

 

Venerdì 9 e sabato 10 marzo – ore 14/17 – Sala Tobino – Palazzo Ducale (piazza Napoleone – Lucca) Il Teatro delle Possibilità – Impossibile Arte Possibile (ingresso gratuito).
Prosegue anche in questa edizione l’iniziativa dedicata a “Impossibile Arte Possibile”, un progetto della Provincia di Lucca che, fin dal 2005, ha promosso un percorso esperienziale di inclusione sociale mediante laboratori teatrali rivolti a persone con disabilità o con problematiche relazionali.
Conducono: VIII Laboratorio; ass. CREA, Laboratorio Brunier, AEDO e L’Uovo di Colombo. Laboratorio realizzato in collaborazione con la Provincia di Lucca.
Si ripropone anche “La parte dello spettatore”, laboratorio di critica teatrale, realizzato e condotto dalla redazione de “Lo Sguardo di Arlecchino”, che coinvolge un gruppo di ragazzi in esperienze di approfondimento, ed è ospitato a Palazzo Ducale e all’Auditorium di Porcari.

 

A questi si aggiungono due laboratori “A passo di storie” di Claudio Milani e “Un concentrato
di colori e forme” di Cristiana Traversa che hanno riscosso grande successo e sono stati riservati dalle scuole.
Mostra Concorso Artistico per le scuole (27 febbraio – 10 marzo)
Sogni in scatola
In orario di apertura del Centro Culturale Agorà – Esposizione delle opere realizzate dai bambini
e dai ragazzi delle scuole della Provincia di Lucca.
Martedì 27 febbraio – ore 12,30 inaugurazione della mostra degli elaborati – Chiostro del Centro Culturale Agorà.
Sabato 10 marzo – ore 15,30 – Premiazione del Concorso – Centro Culturale Agor
I 18 bambini e ragazzi provenienti dalle classi medie e superiori e le 6 classi delle scuole materne
e elementari, autori dei più meritevoli elaborati artistici che hanno partecipato al concorso riceveranno dei premi e dei riconoscimenti. Fra i premi, materiali didattici e ingressi per le principali manifestazioni culturali della città come Lucca Comics & Games, Lucca Film Festival, e spettacoli del Teatro del Giglio.
Nuova e ricca collaborazione anche con il Centro Culturale Agorà, presso il quale si terranno diversi laboratori per i più piccoli, alcuni aperti al pubblico oppure dedicati alle scuole.

 

Lucca Teatro Festival – Scuole in scena!
Si rinnova anche la collaborazione con il Comune di Capannori grazie ad un programma di laboratori di teatro che si sono svolti nelle scuole del territorio comunale di Lucca e Capannori. Un lavoro multidisciplinare che si concretizza in diverse performance teatrali, ospitate al Cinema Teatro Artè martedì 20 marzo 2018.
Ore 10 – primaria di Lunata – “Sei Folletti nel mio cuore” con le classi 2^E e 3^E e Ore 11 “Pinocchio un bambino come noi” con le classi 4^ e 5^.
Ore 12 – primaria “Del Fiorentino” di Capannori – “Il Piccolo Principe di pianeta in pianeta”
con le classi 5^ A, B e C
Ore 15 – primaria di San Filippo – “I viaggi di Gulliver” con le classi 3^ A e 3^B.
Ore 16 – primaria di San Pietro a Vico “Gulliver – Paese che vai, usanze che trovi” con la classe 4^
Ore 21 – secondaria di 1° grado di S. Maria a Colle – “Eroi e Supereroi” con la classe 3^ C e Ore 21,45 – “Il Mercante di Venezia” con la classe 3^ A

 

Gli spettacoli per un pubblico prevalentemente scolastico
Il Lucca Teatro Festival propone alle scuole sei spettacoli, che quest’anno anno avuto un grandissimo gradimento e sono quasi tutti andati sold out, in fascia antimeridiana, si svolgono al Teatro del Giglio e al San Girolamo.

– Mercoledì 28 febbraio, ore 9:45, Teatro San Girolamo – “Racconto alla rovescia”
– Giovedì 1 marzo, ore 9:45, Teatro San Girolamo – “Aida e il bambino che sognava l’Opera” Vincitore Vetrina LTF 2017
– Venerdì 2 marzo, ore 9:45, Teatro San Girolamo – “Ahia” Vincitore Premio Eolo Awards 2017
– Mercoledì 7 marzo, ore 9:45, Teatro del Giglio – “Cenerentola Across the Universe”
– Giovedì 8 marzo, ore 9:45, Teatro del Giglio – “Sogni in scatola”
– Venerdì 9 marzo, ore 9:45, Teatro del Giglio – “Becco di rame” dal libro di Alberto Briganti

 

Lucca Teatro Festival – in tour
Il successo del Lucca Teatro Festival ha superato i confini provinciali e regionali, tanto che la Cattiva Compagnia Teatro è stata chiamata a proporre i propri spettacoli dalle finalità socio-pedagogiche rivolti a bambini e ragazzi delle scuole, a Pisa e La Spezia.
Giovedì 22 marzo sarà al Teatro comunale Verdi di Santa Croce Sull’Arno – Pisa con “Il berretto a sonagli” di Luigi Pirandello e giovedì 29 marzo sarà al Teatrika scenari Rassegna di teatro contemporaneo a Castelnuovo Magra – La spezia con “Il sorriso della Gioconda”.

Il programma completo di tutti gli appuntamenti del Festival si trova sul sito www.luccateatrofestival.it

 

20180219_122238

Fonte: Lo Schermo

Advertising