PORCARI Favilla (La Porcari che vogliamo): ‘A Porcari nessun finanziamento dal bando Sport e Periferie’

da
Advertising

PORCARI – «Nessun finanziamento è giunto a Porcari nell’ambito del bando “Sport e Periferie” emesso dal Governo nazionale e dal Coni e che assegnava risorse agli enti locali proprio per effettuare investimenti sulle strutture sportive. Un’altra occasione persa per il nostro comune».

Interviene così la consigliera comunale de “La Porcari che Vogliamo” Chiara Favilla commentando gli esiti del Bando “Sport e Periferie” di cui hanno beneficiato in modo anche importante diversi comuni della Provincia di Lucca ma non Porcari.

«È con un certo rammarico – spiega la consigliera Favilla – che ho preso atto di questi dati sui quali ha posto particolare attenzione negli scorsi giorni Michael Luongo, sportivo nonché componente de “La Porcari che vogliamo”. Il nostro paese è cresciuto molto in termini di popolazione negli ultimi 20 anni ed oltretutto sono molti i giovani che vi abitano. Per questo sarebbe fondamentale investire migliorando le strutture sportive presenti ed aumentando gli spazi a disposizione attraverso, ad esempio, un completo rilancio, come da noi auspicato, dell’area esterna dell’ex collegio Cavanis. Dispiace, quindi, constatare che il nostro comune non abbia saputo – incalza la consigliera Favilla – ottenere finanziamenti in questo ambito.
Nel frattempo sono invece numerosi i comuni della Provincia di Lucca che hanno ottenuto risorse anche importanti: si va da Castelnuovo Garfagnana (Cittadella dello Sport per 1 milione e 640 mila euro) ad Altopascio (Nuovo palazzetto dello Sport per 1 milione di euro), da Barga (Nuovo palazzetto dello sport per 1 milione e 200 mila euro) a Capannori (Cittadella dello Sport per 1 milione e 200 mila euro) e a Lucca (Ristrutturazione campo CONI e messa a norma sismica del PalaTagliate per un totale di 1 milione e 650 mila euro). Ma a beneficiare di contributi sono stati anche comuni più piccoli come Molazzana (160 mila euro), Minucciano (252 mila euro), Castiglione Garfagnana (135 mila euro), Borgo a Mozzano (193 mila euro) ed altri ancora.
Numeri che amareggiano ulteriormente.
È indubbio che ci saremmo mossi diversamente – conclude Favilla – ma vogliamo comunque augurarci, visto il nostro coinvolgimento ed attaccamento al paese, che quanto accaduto possa essere da stimolo all’amministrazione comunale a stare maggiormente attenti a non farsi scappare certe occasioni
».

Fonte: Lo Schermo

Advertising