PORCARI Cisl: l’analisi del voto delle rappresentanze sindacali unitarie

da
Advertising

LUCCA – «La Fp Cisl ottiene un ottimo risultato tra gli enti locali – è il commento di Massimo Petrucci, segretario generale Cisl Fp Toscana Nord – con la maggioranza dei voti nei Comuni di: Altopascio, Bagni di Lucca, Coreglia , Porcari, Stazzema, Pescaglia, e Villa Basilica, e importanti conferme nei Comuni di Barga,Borgo a Mozzano e Camaiore (Comuni da sempre targati Cisl, buoni risultati a Gallicano,Massarosa, Capannori e all’Autorità di Bacino, con grandissimi miglioramenti nel Comune di Pietrasanta, e soprattutto nel Comune di Lucca, dove abbiamo raddoppiato i voti con meraviglioso risultato del Coordinatore rsu uscente Stefano Leporale, e nell’Ente Provincia di Lucca dove abbiamo ribaltato il risultato di tre anni fa, riconquistando la maggioranza dell’Ente con numeri da maggioranza bulgara”. Nel Comune di Lucca, in particolare, su 496 aventi diritto si sono espressi al voto 364 lavoratori con voti così ripartiti: 211 voti alla lista 4 di Cisl Fp, 72 a Fp Cgil, 31 a Csa Regioni autonomie locali, 22 a Diccap 19 a Uil Fpl».

 

Stefano Leporale, capolista di Cisl Fp, nella Polizia Municipale, ha fatto cappotto, con un ampio successo di consensi, e riscuotendo da solo ben 159 preferenze. Un risultato eccezionale e particolarmente significativo in quanto arriva in un momento delicato per il Corpo di polizia municipale, alle prese con la rivoluzione oraria voluta dall’assessore Raspini ma osteggiata dai sindacati e che ora entrerà nella fase stringente.

 

«Negli enti Centralizzati – continua l’analisi del voto del segretario Cisl Fp Massimo Petrucci – siamo primi all’Ispettorato del lavoro di Lucca, con grandi miglioramenti all’Inps e all’Agenzia delle Entrate, e buoni risultati ai Beni culturali all’Inail, all’Aci, alla Questura e alla Casa Circondariale».

 

«Note dolenti sul fronte della Sanità – aggiunge Petrucci – dove probabilmente non siamo riusciti a far passare il nostro positivo messaggio senza essere stati incisivi come dovevamo, e dove la campagna acquisti da parte di altri sindacati verso soggetti ex Cisl che si sono rivelati degli ottimi opportunisti, l’avvento dei populisti sindacati Autonomi, e la difficoltà a livello di relazioni sindacali con la nuova “Aslona” non ci ha permesso di ottenere un buon risultato, a parte la zona della Versilia dove abbiamo raddoppiato i voti».

Fonte: Lo Schermo

Advertising