Capannori Venerdì 22 giugno a Capannori iniziativa sul caso Regeni

da
Advertising

Capannori –

striscione

Venerdì 22 giugno alle ore 21 nella sala consiliare di Capannori, il Comune in collaborazione con l’Osservatorio per la pace di Capannori e Amnesty International promuove  l’incontro “Giulio Regeni: un’indagine aperta”.
L’iniziativa dedicata al giovane ricercatore ucciso in Egitto nel 2016 in circostanze non ancora chiarite sarà aperta dall’assessore alle politiche sociali Lia Miccichè e vedrà la partecipazione della giornalista Laura Cappon, di Riccardo Noury portavoce di Amnesty International Italia e Armida Bandoni, responsabile Amnesty International Gruppo 201 Lucca. Intanto questa mattina è stato affisso all’esterno del Palazzo comunale uno striscione che riporta la scritta ‘Verità per Giulio Regeni’.

“Con  questa iniziativa vogliamo mantenere alta l’attenzione sul caso Regeni e chiedere che sia fatta luce su questa vicenda dai contorni ancora oscuri affinchè emerga la verità su quanto accaduto – afferma l’assessore alle politiche sociali Lia Miccichè- . E’ inaccettabile che invece di accertare le reali responsabilità sull’omicidio di questo giovane che, è bene ricordare, era un giovane dottorando che si trovava in Egitto per condurre la sua ricerca,  si cerchi di depistare le informazioni e infangare il suo nome costruendo verità con il fine di metterlo in cattiva luce.  Vogliamo che emerga con chiarezza tutta la verità sull’uccisione di Giulio Regeni che è stato vittima di un atroce delitto”

Advertising
Tags: