[ALTOPASCIO] «Più sicurezza per il personale»

da
Advertising

LUCCA. Proseguono gli incontri fra il Comune e l’Ordine dei Medici sui principali temi legati alla sanità locale. Il sindaco Alessandro Tambellini insieme alla consigliera referente per la sanità Cristina Petretti sono tornati a riunirsi mercoledì 20 giugno con il presidente dell’Ordine Umberto Quiriconi, il consiglio e i rappresentanti delle commissioni ordinistiche nella sede di via Guinigi, con all’ordine del giorno le problematiche professionali legate alla sicurezza del personale sanitario e l’organizzazione della medicina territoriale. Sulla sicurezza delle postazioni di Guardia medica da tempo si è costituita una commissione composta dal dottore Marco Farnè della Asl, da Piera Banti referente del Codice Rosa, dalla responsabile delle Pari Opportunità dell’Ordine dei Medici Luisa Mazzotta, dalla consigliera comunale Cristina Petretti e dai rappresentanti della commissione Giovani Medici. La commissione ha già effettuato una serie di sopralluoghi in tutte le postazioni di Guardia medica della zona distretto (Croce verde Ponte a Moriano, Campo di Marte, Misericordia di Capannori e Altopascio), per valutarne in maniera diretta i livelli di sicurezza logistica: dalla dotazione di telecamere di videosorveglianza alla presenza di citofoni, etc… .

Contemporaneamente si sta lavorando a un intervento di riorganizzazione operativa che consenta ai medici di prestare il loro servizio in condizioni di maggior sicurezza partendo dall’Accordo collettivo della Continuità assistenziale recentemente emanato dalla Regione Toscana che prevede l’inserimento delle Guardie Mediche all’interno delle cure primarie con una più stretta collaborazione con i medici di Medicina generale. Sulla sicurezza del Pronto Soccorso del San Luca si sta discutendo per proporre le modalità per compensare le difficoltà strutturali presenti con modelli organizzativi che facilitino il triage e riducano i tempi di attesa. Sull’organizzazione della medicina territoriale il dottor Guglielmo Menchetti, direttore del dipartimento di Medicina Generale dell’Asl Toscana Nord Ovest, ha fatto una relazione sulla organizzazione delle “Aggregazioni

funzionali territoriali”: si tratta di aggregazioni dei medici di base e per il territorio del Comune di Lucca ne sarebbero previste 3 con in carico ciascuna circa 30mila abitanti. I medici che svolgono il ruolo di Guardia Medica diventerebbero parte integrante di queste aggregazioni.

Fonte: Il Tirreno

Advertising