Capannori Al via il progetto Ge-Co finalizzato a promuovere la partecipazione giovanile in percorsi di solidarietà e cittadinanza attiva

da
Advertising

Capannori –

Miccichè

Sperimentare un modello innovativo di formazione-intervento finalizzato a promuovere la partecipazione giovanile in percorsi di solidarietà e cittadinanza attiva ideati e realizzati dai giovani stessi. Questo in sintesi l’obiettivo del progetto Ge-co, generatore di connessioni  tra i giovani e la loro comunità di riferimento proposto dalle associazioni iscritte al Cesvot (associazione Itaca capofila, Onda Espressiva, Legambiente Capannori Piana Lucchese Ascolta la mia voce) e che vede quali soggetti partner il Comune di Capannori, la Provincia di Lucca, TU.C.AM., Associazione Lucchese Danza e Spettacolo- ALDES; LuccAut associazione di promozione sociale onlus, Di Testa Mia Health Promoting Guys  e Odissea Cooperativa Sociale. 

“L’obiettivo di questo progetto è molto importante perché mira a coinvolgere i giovani del nostro territorio in azioni di cittadinanza attiva a favore della propria comunità- spiega l’assessore alle politiche sociali Lia Miccichè –. In pratica daremo vita a momenti di incontro con i giovani per ascoltare le loro idee e le loro aspirazioni su come intendano vivere meglio il proprio territorio accompagnandoli nella realizzazione concreta delle iniziative da loro stessi individuate per migliorare il vivere comune. Un progetto quindi che sperimenta un nuovo modello di partecipazione giovanile alla vita della comunità improntato anche ad azioni di solidarietà”.

Il progetto  si articola su due azioni  rivolte a due gruppi distinti di  destinatari. La prima azione prevede la formazione di un gruppo di 15 giovani dai 19 ai 24 anni,  preferibilmente  studenti universitari, quali  ‘animatori tutor’ che dovranno supportare  percorsi di attivazione dei ragazzi più giovani. La seconda azione prevede l’allestimento di ‘Laboratori di cittadinanza’  aperti a 50 giovani del territorio che avranno la possibilità di sviluppare le proprie capacità individuando azioni solidali concrete a favore della propria comunità.
I laboratori si struttureranno  in varie fasi: emersione degli interessi e dei problemi più sentiti dai giovani; approfondimento dei problemi individuati attraverso interviste e testimonianze sul territorio, progettazione e realizzazione di attività  solidali; comunicazione del percorso svolto. 
Il progetto prenderà il via con tre incontri in programma all’inizio del mese di luglio e si svilupperà fino a settembre per poi concludersi in ottobre con un evento finale.
Per il primo gruppo, quello dei tutor, le iscrizioni restano aperte fino al 4 luglio. Per informazioni e iscrizioni è possibile rivolgersi all’associazione Itaca, telefono 0583 152 0446, WhatsApp: 3490645904.

Advertising
Tags: