PORCARI «Dimissioni Fanucchi un atto di generosità» – Cronaca

da
Advertising

Porcari (LUCCA) –

porcari

«Franco Fanucchi ha presentato le dimissioni da consigliere comunale. Rimane vicesindaco e assessore con tutte le sue deleghe. Avevo detto fin dai tempi della campagna elettorale che sarebbero stati tutti coinvolti nell’amministrazione e ora, a circa un anno dal nostro insediamento, succede quello che avevo annunciato. Chiaramente il ricambio coinvolge coloro che hanno più attività amministrativa alle spalle. Franco, uomo di squadra e avvezzo alle imprese di gruppo, ha fatto questo gesto generosamente come è nella sua natura. In maniera umile parla di mancanza di tempo e motivi personali ma la realtà è che lui condivide dall’inizio il nostro progetto di ricambio e coinvolgimento e si mette a disposizione in prima persona per realizzarlo. A Franco dico grazie perché ho sempre potuto contare su di lui e quindi continueremo a lavorare insieme». Il sindaco di Porcari, Leonardo Fornaciari, ribadisce a voce quanto affermato dal suo profilo Facebook in merito alle dimissioni di Fanucchi, suo vice, dal consiglio comunale. «Le sue dimissioni erano concordate – ribadisce -. Se ne sarebbe parlato nel consiglio comunale di venerdì 28 settembre».

Al posto di Fanucchi, il candidato consigliere più votato, capolista di Viviamo Porcari, subentrerà Simone Giannini, primo dei non eletti, che si cimenterà così nella seconda esperienza di consiglio comunale. «Faremo tutti i passaggi necessari – aggiunge il sindaco Fornaciari – dopodiché faremo sapere anche di cosa si occuperà il neo consigliere, al quale va il mio più grande augurio di buon lavoro ma conosciamo tutti il suo valore e le sue capacità e non abbiamo dubbio alcuno che farà bene per Porcari».

Fornaciari interviene poi sulla polemica sollevata dalla minoranza, che inizialmente aveva annunciato che non avrebbe partecipato al consiglio di venerdì, ma poi è tornata indietro.

«Prendo atto e apprezzo che la minoranza abbia cambiato idea, come proposto dalla conferenza dei capigruppo – afferma il sindaco -. Il consiglio si farà, come programmato, il 28 settembre, e se il tempo non bastasse potremmo proseguire a distanza di giorni. Nessuno vuole evitare il confronto. Assicuro

che le risposte ci saranno tutto, dalla scuola fino alla Ruga, ma devo osservare e ricordare che la minoranza, chiedendo le nostre dimissioni, avete dimenticato che esiste una maggioranza e che in quanto tale ha diritto di governare ed essere giudicata fino alla fine legislatura». —

Fonte: Il Tirreno

Advertising