PORCARI Trasporti e infrastrutture: fare sistema per favorire il trasporto merci su rotaia

da
Advertising

LUCCA – Velocità, efficienza e puntualità, anche le merci cambiano strada, soprattutto se trasportate lungo la ferrovia.

L’obiettivo è chiaro: stringere la sinergia tra aziende, operatori logistici, istituzioni ed enti locali per raggiungerlo in modo da rendere anche ecosostenibile, in Lucchesia, il trasporto delle merci.

Di questo e molto altro si è parlato ieri (24 ottobre), a Palazzo Ducale, nel corso del convegno “Ecosostenibilità e vantaggi del trasporto su ferro. Nuove vie di sviluppo per la Lucchesia” promosso da Logistica Uno in collaborazione con la Provincia di Lucca e il patrocinio della Regione Toscana, dei Comuni di Lucca, Capannori, Porcari, della Camera di Commercio di Lucca e di Assologistica.

Esperti del settore, amministratori locali e regionali, sono intervenuti sul tema e in particolare sull’aspetto della diminuzione del traffico pesante su gomma a favore del trasporto su ferrovia.

Una sfida – come ha sottolineato il presidente della Provincia di Lucca, Luca Menesini, che può essere condotta solo facendo sistema e rafforzando la sinergia tra soggetti pubblici, privati, aziende ed Rfi.

 

Nei vari interventi si è parlato anche di sviluppo e innovazione, di lavoro e di tutela ambientale oltre che di risparmio energetico (minori emissioni di CO2 con la riduzione del trasporto su gomma), di risvolti sociali con l’evidente riduzione del transito dei mezzi pesanti e quindi della riduzione dei fattori di rischio di incidentalità, nonché di risvolti economici. Sul tappeto della discussione anche lo scalo merci del Frizzone che ha necessità di maggiore integrazione con il porto di Livorno da cui provengono molte materie prime come la cellulosa diretta alle aziende cartarie della provincia di Lucca, senza tralasciare l’importanza che rivestono gli scali merci di Minucciano e Castelnuovo Garfagnana.

 

Le aziende presenti si sono dimostrate sensibili alla riduzione dell’impatto ambientale anche a seguito del massiccio volume di merci che queste aziende muovono sul territorio lucchese con 6 milioni di tonnellate l’anno di carta e almeno 2 camion per ogni azienda tra indotto diretto o indiretto al giorno

Oltre a Menesini al meeting di Palazzo Ducale sono intervenuti Stefano Baccelli, presidente della Commissione infrastrutture del Consiglio regionale, Luigi Terzi, presidente Cultura e Formazione di Assologistica, Gianluca Cornelli, supply chain manager di Logistica Uno, Rubens Bernascone sales manager Carbonsink;Aldo Maietta – Reponsabile Marketing Mercitalia Rail; Stefan Guerra, responsabile dell’area ricerca e innovazione di Lucense; Andrea Fossa – CEO di Green Router. Per “Logistica Uno” ci sono stati i contributi del project manager Claudio de Mayda e del sales manager Giampaolo Di Nuzzo.

Ha concluso la mattinata la tavola rotonda a cui sono intervenuti Sebastiano Nottoli (Smurfit), Giovanni Illibato (Lucart), Claudio Marchionni (Unieuro), Luigi Terzi (Assologistica) e Maurizio Magni di Confidustria Toscana Nord.

Fonte: Lo Schermo

Advertising

Leave a Reply

Your email address will not be published.