PORCARI Una pioggia di euro per i piccoli Comuni Altopascio al top – Cronaca

da
Advertising

Porcari (LUCCA) –

ALTOPASCIO. Manutenzione di strade provinciali e scuole, soldi per i Comuni sotto i 20mila abitanti: Altopascio, Porcari, Montecarlo e Villa Basilica incassano 260mila euro per fare i lavori. In totale sono circa 400 i milioni immessi nel sistema dei piccoli Comuni per il solo 2019. Lo si evince da una nota inviata dal consiglio regionale di Firenze.

In totale, compresi il finanziamenti varati dal governo e di cui è già stata data notizia, sono in arrivo 27 milioni di euro per tutta la Toscana per questi due capitoli di spesa. Il grosso di questo stanziamento è previsto dal decreto interministeriale che indirizza a 76 province italiane 250 milioni di euro tra 2019 e 2033. «Strade e scuole – spiega il presidente del gruppo consiliare del Movimento 5 stelle, Giacomo Giannarelli – sono una priorità del nostro governo. Noi, a differenza di quanto fatto in passato, facciamo seguire alle parole i fatti e dimostriamo sul campo grande attenzione per i diversi territori».

Ora tocca ai Comuni sotto i 20mila abitanti a cui arrivano 400 milioni di euro, di cui 1 milione e 490 mila euro in provincia di Lucca. «Siamo enormemente soddisfatti – conclude Giannarelli – di questi importanti stanziamenti. È indispensabile andare verso un repentino superamento della vecchia mala politica troppo spesso artefice di logiche che hanno relegato in un angolo l’attenzione alla cura costante e alla manutenzione dei luoghi in cui viviamo: un modo di fare di cui ancora oggi paghiamo le conseguenze».

Scendendo nel dettaglio dei Comuni della provincia che hanno avuto accesso a questi finanziamenti, in cima alla lista c’è Altopascio con 100mila euro. Restando nella Piana, altri 70mila euro arrivano al Comune di Porcari, 50mila a Montecarlo e 40mila a Villa Basilica. Hanno ottenuto il finanziamento anche diverse amministrazioni della Valle e della Versilia. Eccoli nel dettaglio: Bagni di Lucca 70mila euro, Barga 70mila, Borgo a Mozzano 70mila, Castelnuovo di Garfagnana 70mila euro, Coreglia Antelminelli 70mila, Forte dei Marmi 70mila, Camporgiano 50mila, Gallicano 50mila, Minucciano 50mila, Pescaglia 50mila, Piazza al serchio 50mila, Pieve Fosciana50mila, Stazzema 50mila, Careggine 40mila, Castiglione di Garfagnana 40mila, Fabbriche di Vergemoli 40mila, Fosciandora 40mila, Molazzana40mila, San Romano in Garfagnana 40mila, Sillano Giuncugnano 40mila, Vagli Sotto 40mila, Villa Collemandina 40mila.

I Comuni dovranno iniziare i lavori “sulla fiducia”, dando avvio fisicamente ai cantieri entro il 15 di maggio. Solo a quel punto,

dice il decreto, avranno il primo 50% delle somme, e potranno avere la restante parte, a saldo, solo “previa trasmissione del certificato di collaudo, ovvero del certificato di regolare esecuzione rilasciato dal direttore dei lavori”. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Fonte: Il Tirreno

Advertising