PORCARI Costituito il nuovo ambito turistico della Piana di Lucca che mette insieme i territori di Lucca, Capannori, Altopascio, Montecarlo, Porcari e Villa Basilica

da
Advertising

LUCCA – Si è costituito ufficialmente l’ambito territoriale turistico della Piana di Lucca, uno dei primi della Toscana dopo l’approvazione del regolamento di attuazione della legge regionale di riordino del settore turismo. E’ stata infatti firmata nei giorni scorsi dai sindaci dei Comuni di Lucca, Capannori, Altopascio, Montecarlo, Porcari e Villa Basilica la convenzione che dà il via ufficiale alla nuova realtà.

Con la nascita del nuovo ambito si ricompone il quadro della promozione turistica dopo la chiusura delle Apt, con un’importante novità: d’ora in poi non sarà infatti un solo ente, ma l’insieme dei Comuni dell’ambito a svolgere in forma associata le funzioni in materia di accoglienza e informazione turistica per il territorio, a programmare e attuare – in sinergia con Regione Toscana e Toscana Promozione Turistica – gli interventi di promozione di tutto il territorio della Piana di Lucca con una visual identy unica e coordinata e facilmente riconducibile al portale Visittuscany.com.

 

I sei Comuni dell’ambito turistico della Piana di Lucca individueranno insieme il Piano delle attività di valorizzazione e i prodotti turistici di maggiore valenza che accomunano il territorio, potendo anche contare su risorse aggiuntive che verranno messe a disposizione dalla Regione Toscana per il settore.

 

Il Comune di Lucca, come da convenzione, è capofila del nuovo ambito. Il principale strumento di lavoro dell’ambito territoriale sarà l’Osservatorio turistico di destinazione, che è composto da rappresentanti dei Comuni, da esperti o portatori di interesse che operano direttamente o indirettamente nel settore del turismo. L’osservatorio avrà il compito di programmare annualmente le aree di intervento e la relativa promozione. Sarà inoltre possibile affidare ai singoli Comuni progetti straordinari o strategici, che integrano il Piano annuale sulla base delle specifiche caratteristiche territoriali e competenze tematiche.

 

Il nuovo ambito della Piana di Lucca inizierà la sua attività sviluppando alcuni progetti ai quali si sta già proficuamente lavorando, come la Via Francigena, la Via Matildica del Volto Santo, la Liberation Route Italy, la Via delle Ville -e altri se ne aggiungeranno a breve sui percorsi napoleonici- sulla Via Europa della Seta, sulla Via della Carta o altri più trasversali sulla Musica, in nome del Maestro Puccini e degli altri grandi compositori lucchesi, sull’Enogastronomia, con i prodotti tipici, vino e olio in primis, che sono parte fondante del volano turistico dell’ambito, sulla Rete del Verde, sul turismo ambientale e sportivo, per una promozione congiunta che valorizzi il territorio e si inserisca coerentemente, seppur con le sue specificità, nella promozione più strutturata del brand Toscana nel mondo.

 

Fonte: Lo Schermo

Advertising