PORCARI Lucca Art Fair fino a domenica: un weekend all’insegna dell’arte

da
Advertising

LUCCA – Ancora oggi (sabato 18 maggio, fino alle ore 20) e domani (domenica 19 maggio, dalle ore 11 alle 20) per visitare Lucca Art Fair 2019, la fiera d’arte moderna e contemporanea in scena al Polo Fiere di Lucca.

 

Quarantaquattro in tutto le realtà del contemporaneo presenti, suddivise in quattro sezioni principali: una Main Section propone una felice combinazione di opere del moderno, del periodo post bellico e del contemporaneo, una Temporary Art Zone (T.A.Z) è riservata per la prima volta quest’anno a progetti “solo show”, Letture Critiche a cura di Francesca Baboni è costituita da gallerie che presentano artisti in dialogo tra loro mentre Art Tracker a cura di Gabriele Tosi è un progetto volto a valorizzare talenti under 35, esponendo lavori inediti e site specific degli artisti Stefano Bazzano, Francesco Levy, Paolo Peroni e Maddalena Tesser all’interno degli spazi della fiera ma anche nella suggestiva Casermetta San Frediano, situata sul camminamento delle mura di Lucca.

 

Nel weekend un fitto programma di eventi collaterali attende i visitatori. Per il secondo anno consecutivo, infatti, va in scena “Vissi D’Arte”: attraverso una serie di dialoghi con direttori di musei, artisti, curatori, manager ed esponenti di archivi d’artista, il format delineerà una visione multipla e incrociata sul sistema dell’arte, costruita sulla base di diverse esperienze e visioni. Oggi (sabato 18 maggio), in particolare, alle 15.30 si svolgerà un incontro con Massimiliano Bini, direttore del Museo della Carta di Pescia a cui seguirà un talk dedicato agli archivi d’artista che vedrà tra i relatori anche Filippo Tibertelli de Pisis, presidente Associazione Italiana Archivi D’Artista. Domenica dalle ore 15.30 in poi andranno invece in scena i talk: Arte e Azienda: L’esperienza di Viero paintcon Barbara Pezzini e Fabrizio Da Prato, Vissi d’Arte: 30 minuti con l’artista Navid Azimi Sajadi (ore 16.30) e Vissi d’Arte: 30 minuti con Irene Guerrini, portavoce collettivo Canemorto (ore 17.00).

 

Anche domenica mattina, ore 11.30, si svolgeranno le visite guidate gratuite (prenotazione obbligatoria scrivendo a info@nullluccaartfair.it) tra gli stand degli espositori, volte ad avvicinare il grande pubblico al mondo del collezionismo d’arte.

 

Tra le novità di quest’anno il Premio Viero per l’Arte Contemporanea, un nuovo riconoscimento promosso da Viero paints, brand internazionale di prodotti materici e vernicianti rivolti al mondo dell’architettura, del design e dell’arte, con sede a Porcari (Lucca). Il sabato e la domenica – dalle ore 11 alle 19 – sarà attivo infine un servizio bus navetta gratuito per collegare con cadenza di 20 minuti il Polo Fiere alla Stazione Centrale di Lucca e a Porta San Pietro. Per il programma dettagliato consultare il sito www.luccaartfair.it

 

 

Scheda tecnica Lucca Art Fair 2019:

 

Dove
Lucca, Polo Fiere, via della Chiesa XXXII, trav I, 237

Quando

Venerdì 17 maggio 17,00 – 20,00
Sabato 18 maggio 11,00 – 20,00
Domenica 19 maggio 11,00 – 20,00

Ingresso
Biglietto giornaliero venerdì 17 maggio: € 5,00

Biglietto giornaliero sabato 18 e domenica 19 maggio: € 10,00

Ridotto giornaliero sabato 18 e domenica 19 maggio: € 8,00*

Ingresso ridotto giornaliero per gruppi (minimo 10 persone), disabili, invalidi e over 65.
Ingresso gratuito per i ragazzi fino a 12 anni compresi accompagnati da adulti.

Ridotto easy € 5,00 studenti muniti di tesserino o libretto identificativo

Convenzioni varie: Carta Più e Multipiù – Feltrinelli – Confindustria Toscana Nord – Teatro del Giglio, Lucca – Museo della follia, Lucca – Fondazione Ragghianti, Lucca

Parcheggio

Parcheggio gratuito e coperto antistante l’ingresso.

 

Bus navetta gratuito

Sabato e domenica, dalle ore 11 alle ore 19. Andata e ritorno ogni 20 minuti con seguenti fermate: Stazione Centrale di Lucca, Porta San Pietro, Polo Fiere.

 

Partner

Satura, PoliArt, Viero per L’Arte

      

Contatti

T.O.E. | T +39 3311303702 | E info@nullluccaartfair.it | www.luccaartfair.it

 

Fonte: Lo Schermo

Advertising