PORCARI Via ai festeggiamenti per il trentennale del Centro Diurno per Anziani di Porcari, stanziati 29 mila euro per la nuova tettoia

da
Advertising

PORCARI – Partono mercoledì 7 agosto, con una serata dedicata alla Cooperativa Iris, le celebrazioni per il trentennale del Centro Diurno per Anziani “Il Girasole” di Porcari. I festeggiamenti proseguiranno in autunno con una serie di appuntamenti che l’amministrazione sta ancora mettendo a punto. L’iniziativa è stata presentata questa mattina (6 agosto) nel corso di una conferenza stampa a cui hanno preso parte il sindaco Leonardo Fornaciari, l’assessore al Sociale Lisa Baiocchi e la presidente della Cooperativa Iris, Silvia Magnani.

 

Intanto, in occasione di questo significativo anniversario, la struttura si farà un bel regalo: una tettoia nuova di zecca che sarà realizzata all’ingresso, richiesta espressamente dagli ospiti e dagli operatori della Cooperativa per proteggersi dalla pioggia. L’opera, dal costo di 29 mila euro, è finanziata con l’ultima variazione di bilancio da 650 mila euro, approvata dal Consiglio Comunale lo scorso 29 luglio.

 

Il Girasole, che accoglie ogni giorno una trentina di anziani, è stato il primo sulla Piana di Lucca a ottenere nel 2015 l’accreditamento istituzionale previsto dalla normativa regionale per le strutture semiresidenziali, che gli attribuisce l’idoneità ad erogare prestazioni sociali e socio sanitarie per conto degli enti pubblici competenti. Un ulteriore riconoscimento dei livelli di eccellenza dei servizi socio-assistenziali garantiti ai cittadini dopo che nel 2000 una ricerca commissionata dalla Conferenza Zonale dei Sindaci e tradottasi in una pubblicazione, “Le vie del sorriso”, aveva collocato “Il Girasole” di Porcari tra i servizi per anziani più qualificati della nostra zona socio sanitaria.

 

“L’assistenza ai nostri anziani è un tema che è sempre stato al centro delle politiche sociali del nostro Comune – afferma l’assessore Lisa Baiocchi – e l’ottenimento dell’accreditamento ha certificato un percorso avviato anni fa e che nel tempo abbiamo cercato sempre di migliorare. Oggi esiste un progetto individuale relativo all’anziano preso in carico, che comprende un piano assistenziale, educativo e riabilitativo e nello stesso tempo viene richiesto un maggiore coinvolgimento della famiglia verso il proprio congiunte, famiglia a sua volta considerata soggetto da supportare nell’assistenza dell’anziano.”

 

La nuova tettoia diverrà strumento molto utile per migliorare l’accesso alla struttura. “È una richiesta che abbiamo accolto con piacere – fa notare l’assessore alle Finanze Roberta Menchetti – perché fra i compiti di questa amministrazione rientra anche il sostegno alle fasce più deboli della popolazione. Il numero degli anziani crescerà sempre di più e il nostro impegno deve essere quello di non farci trovare impreparati ed anzi poter rispondere alle necessità che risulteranno sempre più diffuse”.

Fonte: Lo Schermo

Advertising

Leave a Reply

Your email address will not be published.