[NEWS] PAN DI MORIANO, OLIO LUCCHESE E LARDO GARFAGNINO

da
Advertising

in lucchesia ci sono ancora molte realtà gastronomiche, ad esempio il lardo sia nei piccoli paesini della Garfagnana che nei dintorni di Lucca si trova in alcune macellerie che lo fanno ancora come i nostri avi.
Il pane, il pane a Lucca è salato, moderatamente salato, se lo volete sciocco lo dovete chiedere, ma il pane casalingo anche e soprattutto nel formato di due chilogrammi è veramente di quanto più buono potreste assaggiare, in ogni panificio, soprattutto a Sesto di Moriano, cotto a legna.


L’olio, l’olio a Lucca è l’eccellenza. Al tempo dei romani le donne facevano un miscuglio di olio e succo di limone e se ne cospargevano il corpo che diveniva morbidissimo e profumato, così è scritto in testi antichissimi.


Poi l’olio a Lucca è diverso da zona a zona, delicato sulle colline a ridosso dei monti pisani, aggressivo e pizzichino a nord, ad ovest sente l’influenza del vicino mare e ad est si sposa coi vini di Montecarlo.


Detto questo in breve, troppo in breve, preparate una marinata con un trito con pochissimo aglio e rosmarino, un nonnulla di sale e tanto pepe perché il lardo chiama il pepe, affogate il vostro trito nell’olio di Lucca e lasciate riposare.


Fate delle fette con il pane, casalingo e cotto a legna, passatelo in forno e quando prende colore lo toglierete, lo annaffierete con un filo d’olio, adagerete sopra una generosa fetta di lardo che condirete con la marinata e lo offrirete ai vostri ospiti.
I più bravi, ma le dosi vanno trovate prima di offrirlo agli ospiti nella marinata mettono un nonnulla di chiodo di garofano, una parvenza di cannella, un alito di noce moscata, tutto macinato.
Ci stà bene anche qualche fogliolina di peporino (timo), provate che ve ne innamorerete.

FONTE EZIO LUCCHESI

Share
Advertising