PORCARI Emergenza Covid-19, Porcari annuncia un sostegno da 200mila euro in bilancio

da
Advertising

PORCARI – Una voce di bilancio dedicata al sostegno delle realtà di Porcari più provate dalle azioni per arginare il Covid-19. Questa la misura proposta dall’amministrazione Fornaciari, sulla quale concordano i gruppi di maggioranza e minoranza del consiglio comunale di Porcari.
“Lo avevamo già annunciato – ricorda Roberta Menchetti, capogruppo di maggioranza – e lo ribadiamo: il Comune farà la sua parte. Questa sospensione della quotidianità determina e determinerà economie che intendiamo destinare a chi avrà bisogno di un aiuto per ripartire. Non ci siamo fermati un attimo nell’organizzare un durante e un dopo crisi.”.
L’amministrazione comunale e gli uffici in questi giorni stanno lavorando, in videoconferenza, per individuare strade percorribili, concrete ed eque, capaci di rispondere alle esigenze di tutti i cittadini.

“Abbiamo intenzione di investire circa 200mila euro per il rilancio di Porcari. Decideremo tutti insieme da quali capitoli di bilancio attingere. Ringraziamo il gruppo di minoranza per lo spirito di proposta che sta dimostrando in questi giorni complessi per l’Italia e per tutta la comunità che rappresentiamo. Tuttavia – precisa Menchetti – alcuni suggerimenti sui tagli, come ad esempio quello al Chairo di Luna, quello relativo al contributo ai Commercianti o alle attività agricole non sono a nostra parere condivisibili. Comunque, continua Menchetti, non è il momento delle fughe in avanti: ogni scelta sarà ponderata con cautela, tenendo conto delle sensibilità di gruppi e associazioni del territorio, da sempre impegnati a vitalizzare il tessuto culturale della nostra città. Come maggioranza non siamo d’accordo con i tagli proposti dalla minoranza: Porcari ha e avrà bisogno dei propri eventi e delle proprie tradizioni, di continuare a essere punto di riferimento per tutta la Piana con appuntamenti di qualità”.

“Ebbene, nessuna soluzione sarà imposta – conclude Menchetti – ma condivisa. Perché questo significa far fronte comune nelle necessità: essere disposti tutti a mettere da parte qualcosa per un bene più grande e duraturo. Con la stessa responsabilità che stiamo dimostrando in questi giorni, rimanendo a casa perché il diritto alla salute di tutti possa continuare a essere garantito”.

Fonte: Lo Schermo

Advertising
Advertisements