PORCARI Emergenza Covid 19: supporto gratuito per persone con disturbo alimentare

da
Advertising

LUCCA – L’Associazione A.C.C.A Lucca per la cura del comportamento alimentare mette a disposizione gratuitamente i suoi professionisti per  rispondere a domande  su problemi legati all’alimentazione

Le nutrizioniste e le psicologhe dell’Associazione  saranno disponibili  telefonicamente al numero  349 2486255 ( solo chiamate)   nei seguenti orari: 

Nutrizionista:  Mercoledì e  domenica dalle 16 alle 18

Psicologa;   martedì dalle 16 alle 18 , giovedì dalle 10 alle 12 e sabato dalle 13 alle 15.

 

 

<<Un servizio – sottolinea la dr.ssa Valentina Aletti   responsabile  clinico  e presidente dell’Associazione Acca Lucca – che   si è reso necessario, dato il prolungarsi  di questa situazione di emergenza che ci costringe a casa. Sappiamo bene quanto questa condizione  sia difficile per tutti ma, soprattutto, per le persone che soffrono di un disturbo alimentare. 

Preoccupazioni associate al cibo e al corpo sono amplificate dalla paura del contagio dal virus  Covid 19 ; inoltre la situazione di emergenza aumenta la sensazione di perdita di controllo che spesso nelle persone con queste patologie è gestita con aumento della restrizione alimentare, comportamenti estremi di controllo del peso o episodi di abbuffata>>.

 

 

L’associazione A.C.C.A  Lucca  Onlus dal 2013 opera nel campo della cura del comportamento alimentare con un’attenzione particolare a patologie come Anoressia, Bulimia Nervosa, BED e obesità.

Tra i suoi scopi statutari c’è la prevenzione, la promozione della salute e la cura di questi disturbi.

A tale fine l’associazione ha istituito vari servizi sul territorio della Provincia di Lucca aprendo una sede distaccata a Viareggio e due sportelli di ascolto nel comune di Massarosa e Porcari. 

 

 

Conclude la dott.ssa Aletti: <<Ci siamo sentiti di dare il nostro piccolo contributo in una situazione dove è importante mettersi al servizio della collettività per cercare di diminuire il disagio e il malessere che tutti noi stiamo provando a vari livelli. Uno slogan di questi giorni recita le parole: Distanti ma uniti; noi vogliamo aggiungere: Ci siamo e nessun malato deve sentirsi solo!>>.

Fonte: Lo Schermo

Advertising