Altopascio.info Cronaca locale in tempo reale

Tag archive

riforme

[REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA] Vertice Balcani: allargamento Ue richiede riforme

da

La creazione di un’area, quella che comprende i paesi dei Balcani Occidentali, senza confini e che si sviluppi economicamente all’interno dell’Unione europea è un processo che deve essere accompagnato da un programma di riforme istituzionali e di attuazione dello stato di diritto. In questo contesto, il Friuli Venezia Giulia fa la sua parte assolvendo ad un ruolo strategico nella cooperazione transfrontaliera e nei collegamenti fra…

Continua a leggere

[REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA] Vertice Balcani: Serracchiani, allargamento Ue richiede riforme

da

Trieste, 12 lug – La creazione di un’area, quella che comprende i paesi dei Balcani Occidentali, senza confini e che si sviluppi economicamente all’interno dell’Unione europea è un processo che deve essere accompagnato da un programma di riforme istituzionali e di attuazione dello stato di diritto. In questo contesto, il Friuli Venezia Giulia fa la sua parte assolvendo ad un ruolo strategico nella cooperazione transfrontaliera…

Continua a leggere

[REGIONE UMBRIA] QUESTION TIME (8): “QUALI RIFORME PER SVILUPPARE ECONOMIA E OCCUPAZIONE”, CARBONARI (M5S) INTERROGA; PAPARELLI…

da

(Acs) Perugia, 27 giugno 2017 – Nella seduta odierna dell’Assemblea legislativa dell’Umbria dedicata alle interrogazioni a risposta immediata (question time) la consigliera regionale Maria Grazia Carbonari (M5S) ha illustrato il proprio atto per conoscere gli intendimenti della Giunta regionale per l’attuazione di “riforme strutturali dell’economia regionale”. In particolare Carbonari chiede di sapere quali saranno le iniziative dell’Esecutivo circa il “potenziamento delle strutture esistenti e degli…

Continua a leggere

[REGIONE UMBRIA] RIFORME: RIDUZIONE COSTI DELLA POLITICA E MODIFICA LEGGE ELETTORALE – LE PROPOSTE DI RICCI (RP)

da

(Acs) Perugia, 20 marzo 2017 – Ridurre i costi della politica e rivedere il sistema elettorale regionale. Intorno a questi due obiettivi ruotano le proposte del consigliere regionale Claudio Ricci (Ricci presidente), che mirano a “gestire bene i fondi assegnati ai gruppi consiliari, risparmiando risorse anche in presenza delle norme attualmente vigenti” e ad “eliminare i premi di maggioranza e minoranza, fissando al 40 per…

Continua a leggere

Il Pd di Altopascio replica a Lazzarini

da

Il voto che siamo chiamati a esprimere tra pochi giorni è decisivo per il futuro del nostro Paese. Le scelte che il prossimo governo dovrà compiere saranno fondamentali per l’Italia e per il suo ruolo in Europa e nel Mondo. Siamo tutti stanchi delle promesse non mantenute, della politica degli slogan. Come Partito Democratico ci siamo battuti per un netto cambio di rotta: attraverso le…

Continua a leggere

L’ex segretario Pd di Altopascio Lazzarini vota Marchetti del PdL alla Camera

da

Un tempo, mutuandolo dal calcio, si esclamava: “Clamoroso al Cibali”!!! Ciò stava a indicare una grossa sorpresa nel pallone, laddove una squadra molto più forte dell’altra, però ne soccombeva. In politica non sappiamo bene quale sia lo slogan omologo. Però una questione è certa. Un pizzico di scompiglio, la notizia, anticipata dal quotidiano La Nazione l’ha portato. E’ stato definito un voto oltre le politiche…

Continua a leggere

Birmania: Suu Kyi incontra la Clinton

da

Aung San Suu Kyi non è solo la leader dell’opposizione birmana, ma è stata anche insignita del premio Nobel per la pace nel 1991; precedentemente aveva anche ricevuto i premi Rafto e Shakarov, per il suo attivismo nel movimento non violento. E’ proprio per questo che l’incontro avuto a Rangoon con Hillary Clinton viene considerato storico e di notevole importanza; inevitabile non ascoltare anche lei prima…

Continua a leggere

Berlusconi vuole andare al voto: Pdl contrario

da

Silvio Berlusconi non vuole assolutamente aprire la strada ad un governo di larghe intese, nè guidato da oersona di sua fiducia, nè da un tecnico, vuole andare al voto a febbraio. Una cosa è certa, se dopo l’approvazione della legge di stabilità Berlusconi dovesse dare veramente le dimissioni come ha promesso, si aprirebbe una crisi di governo, a quel punto sarebbe Giorgio Napolitano a dover scegliere quale…

Continua a leggere